Home » Prestiti Personali » Prestiti per dipendenti privati anche se cattivi pagatori

Prestiti per dipendenti privati anche se cattivi pagatori

Prestiti per dipendenti privati Sardegna: aumentano le richieste di finanziamento

Aumenta la domanda di finanziamenti a privati. È questo quanto emerge dai dati pubblicati dalla CRIF (nota Centrale rischi che opera in Italia). Ad agosto le richieste di mutuo ipotecario sono aumentate del 57,57% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. In crescita anche le richieste di prestiti da parte delle famiglie che, sempre ad agosto, hanno fatto segnare un incremento del 6,3%, nonostante la netta flessione dei prestiti personali.

Stando a quanto riportato nell’ultimo Barometro CRIF, sarebbero proprio questi i finanziamenti che hanno riscosso minor successo lo scorso mese, con un calo, rispetto ad agosto 2014, del 7,8%. Dato in netto contrasto con i dati CRIF riferiti al primo semestre dell’anno, che stimava una crescita della domanda pari al 5%.

Incremento che trova pieno riscontro in Sardegna, dove per i primi sei mesi del 2015 si calcola un incremento della domanda di prestiti personali superiore alla media nazionale, il 5,5%. Ma come ottenere un prestito personale? Quali le credenziali necessarie?

Come ottenere prestiti personali per dipendenti privati

Il prestito personale prevede la concessione di una somma concordata, da rimborsare con un piano di ammortamento a tasso fisso e rate costanti. Poiché si tratta di prestiti non finalizzati, l’utente può disporre del capitale erogato come preferisce, e non è tenuto a giustificare alla banca la destinazione del denaro.

In linea di massima la concessione di un prestito personale non è subordinata alla presentazione di garanzie reali, sarà dunque sufficiente la presenza di un reddito dimostrabile adeguato a sostenere il rimborso del finanziamento. In caso le credenziali del richiedente non siano sufficienti a coprire il prestito, la banca può richiedere la presentazione di garanzie alternative, come la cambializzazione del prestito o la firma di un garante.

Prestiti per dipendenti privati su cessione del quinto dello stipendio

I residenti di Cagliari, Carbonia -Iglesias, Oristano, Nuoro, Olbia -Tempio, Sassari e delle altre province della Sardegna, con un contratto di lavoro dipendente a tempo indeterminato o titolari di una pensione, possono ricorrere alla cessione del quinto. Si tratta di una particolare tipologia di prestito personale che prevede il rimborso del credito attraverso decurtazione diretta della rata dallo stipendio o dalla pensione del debitore.

Si parla di cessione del quinto perché la rata mensile del finanziamento non può superare la quinta parte (20%) dello stipendio o della pensione del beneficiario, al netto delle tasse. La durata non può superare i dieci anni.

Come ottenere prestiti per dipendenti privati su cessione del quinto? Per i lavoratori dipendenti, oltre a un’assunzione a tempo indeterminato, è richiesta un’anzianità lavorativa minima, che varia a seconda della compagnia assicurativa che fornisce la polizza a copertura del prestito.

La normativa vigente prevede infatti la sottoscrizione di un’assicurazione obbligatoria contro rischio vita e rischio impiego. Ricordiamo infine che per i prestiti per dipendenti privati è necessario che anche l’azienda datrice di lavoro soddisfi dei criteri di ammissibilità (ad esempio un numero minimo di dipendenti, o un capitale sociale superiore ad un minimo prefissato).

Prestiti Pensionati in Sardegna